Il Muse di Trento, un museo delle scienze (ma non solo)

L’esterno del MUSE

Dal 27 luglio c’è un motivo in più per visitare Trento e riguarda chiunque sia appassionato di scienza ma anche di architettura, design, sostenibilità ambientale e nuove tecnologie. Tutto questo è infatti il Muse di Trento, innovativo museo delle scienze e luogo in cui tutti possono coltivare la propria sete di conoscenza, oltre che un’opera architettonica e di design di stupefacente bellezza, frutto del lavoro dello Studio Renzo Piano Building Workshop.

Il Muse si propone come nuovo magnete urbano

Il Muse di Trento si colloca nel più ampio ed ambizioso progetto di riqualificazione dell’area industriale ex Michelin. Tale progetto si propone di creare in questa parte della città verso il fiume, fino a 10 anni fa pressochè abbandonata, una nuova arteria urbana, con spazi commerciali, residenziali ed adibiti al terziario, costruiti secondo le più innovative tecniche di risparmio energetico, in cui il Muse, raggiungibile in meno di dieci minuti a piedi dal centro cittadino attraverso comodi sottopassi, assume un ruolo di collante e di nuovo magnete urbano.

La serra del MUSE ospita una foresta tropicale

Il Muse rivoluziona l’esperienza in un museo di scienze

Il Muse di Trento presenta un utilizzo sapiente di materiali leggeri ed apparati espositivi trasparenti ed immateriali che consentono la massima interazione con il pubblico.

Il big void, lo grande spazio aperto sul quale si affacciano i 6 piani del MUSE

Lungo i 6 piani dell’esposizione permanente del Muse, che si affacciano su un unico affascinante spazio aperto dove il visitatore può trovarsi faccia a faccia con animali ed oggetti che sembrano fluttuare in aria, si è protagonisti di un’esplorazione che attiva il tatto e gli altri sensi e che dalla scoperta delle tappe della formazione delle Dolomiti e delle Alpi,  passa alla conoscenza delle biodiversità alpine, per poi continuare con il racconto sull’origine della vita e giungere alla più grande mostra di dinosauri dell’arco alpino.

Alla scoperta dei dinosauri nel piano -1

Dinosauro di rettile terrestre (particolare) al piano -1

Il Muse è un luogo dove costruire il futuro

Illustrare come è cambiato il mondo significa anche far comprendere l’evolversi della capacità tecnologica dell’uomo e il suo conflitto sempre più evidente con la natura. Il Muse ha individuato nel rapporto tra sviluppo e sostenibilità ambientale il nucleo della sua filosofia e intende indicare la strada per uno sviluppo sostenibile, offrendo ai propri visitatori la possibilità di partecipare attraverso i suoi laboratori didattici e gli spazi d’interazione alla ricerca di soluzioni innovative.

Il Muse è geek

Gli appasionati di nuove tecnologie possono visitare il Muse di Trento con la app touchscreen eXplora Muse, fornita su iPad mini, che permette di declinare l’itinerario tematico pù adatto agli interessi del visitatore, approfondendo i contenuti delle installazioni e degli oggetti esposti attraverso visualizzazioni a 360 gradi e video esclusivi. Chiunque interessato a sperimentare le proprie abilità nell’interagire con le nuove tecnologie avrà inoltre a breve a disposizione un laboratorio di digital fabrication, primo centro di manifattura digitale all’interno di un museo delle scienze.

Osservazione del sole con i telescopi del MUSE

Il Muse di Trento si trova in Corso del Lavoro e della Scienza 3 ed è aperto tutti i giorni (tranne lunedì) con i seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 18.00; il sabato e i festivi dalle 10.00 alle 19.00.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *