Malta: mare, storia e tradizioni secolari

Foto di <a href="https://www.flickr.com/photos/cabanillas2012/" target="_blank">Juan Cabanillas</a>, licenza Creative Commons

Malta, La Valletta – Foto di Juan Cabanillas, licenza Creative Commons

Malta è l’isola perfetta per godersi mare, storia e tradizioni secolari tutto l’anno: gode, infatti, di un clima molto temperato sia in estate, normalmente calda, secca e soleggiata, sia in inverno, tanto che è possibile godersi il mare sino a fine ottobre.

Malta, il cui nome ufficiale è Repubblica di Malta (in maltese Repubblika ta’ Malta) pur essendo uno degli stati più piccoli e densamente popolati al mondo (ben 1 307 abitanti per km²), vanta 3 siti dichiarati dall’UNESCO patrimonio dell’umanità: la città de La Valletta, che tra le altre meraviglie conserva l’unico Caravaggio con firma, “La decollazione di S.Giovanni Battista”, l’Ipogeo di Hal Saflieni, necropoli risalente alla preistoria, e il tempio megalitico di Menaidra, il più antico esempio di edificio costruito a secco, antecedente persino  a Stonehenge e alle piramidi.

Foto di <a href="https://www.flickr.com/photos/foxypar4/" target="_blank">John Haslam</a>, licenza Creative Commons

Malta, Mdina – Foto di John Haslam, licenza Creative Commons

Ho visitato Malta in una calda estate di 15 anni fa ma ricordo bene ancora oggi quanto sia accogliente ed ospitale. Di base ero a St. Julian’s, zona da consigliare agli amanti delle spiagge rocciose e dello snorkelling, ma ho girato buona parte dell’isola con i coloratissimi autobus di linea dall’aspetto retrò.

Ricordo con piacere la visita alla “città silente”, Mdina, capace di affascinare chiunque ami l’architettura medioevale e barocca con la sua atmosfera senza tempo. Mdina un tempo era la residenza delle famiglie nobili più importanti di Malta, feudatari siciliani e spagnoli che a partire dal XII secolo, avevano trovato nell’isola una piacevole e tranquilla dimora. A dimostrarlo gli imponenti palazzi in stile normanno e barocco che segnano il suo profilo, insieme ai tanti balconi chiusi in stile arabeggiante dai quali – si dice – le signore osservassero la vita sulla strada senza essere viste dai passanti.

Nell’entroterra di Malta consiglio una visita anche alla vicina Rabat, già di notevole importanza durante l’epoca romana. Da non perdere le Catacombe di San Paolo e di Sant’Agata, luogo nel quale i primi cristiani si davano appuntamento in segreto per celebrare la messa, fino a che poi l’imperatore Costantino fermò le persecuzioni, rendendo il cristianesimo religione legittima.

Infine una curiosità. Anche Rabat, come altre città di Malta, definita dal Times ” Mini Hollywood del Mediterraneo”, è stata luogo di riprese cinematografiche:  una parte del film Munich, di Steven Spielberg, è stata girata proprio in questa città.

Share Button

Un pensiero su “Malta: mare, storia e tradizioni secolari

  1. Pingback: Viaggiare con tour operator - Arianna The Travel PlannerArianna The Travel Planner

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *