La penisola sorrentina: Vico Equense e il Monte Faito

La penisola sorrentina – panorama

La penisola sorrentina, una lingua di terra, tanto breve quanto rigogliosa, che affiora dal Mediterraneo come un piccolo angolo di paradiso, divide il Golfo di Napoli da quello di Salerno. E’ un luogo magico che, nonostante tutto, vede ancora intatta la sua essenza e il suo paesaggio.

Sorrento è indubbiamente la regina della penisola sorrentina, ma partendo da Castellamare di Stabbia, fino ad arrivare alla stessa Amalfi, le località da scoprire sono innumerevoli. Nel primo tratto della costiera sorrentina si trova, ad esempio, Vico Equense, un piccolo comune in provincia di Napoli che dista da Sorrento solamente una decina di kilometri. Non è da scartare l’opzione di soggiornare in loco (magari dando un’occhiata alle offerte di Expedia Italia) o semplicemente farci una gita in giornata.

La penisola sorrentina – Monte Faito

Tra i punti d’interesse di Vico Equense, spicca il Monte Faito – la cosiddetta “Montagna sul Mare” –una delle vette più belle dei Monti Lattari,  raggiungibile da Castellamare di Stabbia con la funivia, o in macchina e in autobus da Vico Equense. E’ il luogo ideale per passeggiate all’ombra di faggi secolari e, perché no, anche per fare un pic nic godendosi il panorama che regala una vista di impareggiabile bellezza da una parte sul Golfo di Napoli e dall’altra sul Golfo di Salerno.

A Vico Equense merita senza dubbio una visita anche l’ex cattedrale del paese, ovvero la Chiesa della Santissima Annunziata, unanimemente definita una delle chiese più belle d’Italia: l’edificio, caratterizzato da eleganti linee barocche, sorge infatti al limite di un costone roccioso a picco sul mare, alto più di 90 metri.

Notevole è anche il Museo Mineralogico Campano, tra i musei naturalistici più significativi della regione campana, che con l’istituzione del Premio Capo d’Orlando ha acquisito notorietà anche a livello internazionale. Da non perdere sono infine l’Antiquarium Silio Italico – ovvero il museo archeologico della città – e il Museo del Cinema del Territorio della Penisola Sorrentina, dedicato alla storia cinematografica legata alla penisola sorrentina.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *