Fobofilia, a Torino si celebra l’arte della paura

Fobofilia

Fobofilia è il piacere, un po’ perverso, di essere spaventati, una pulsione innata e irrefrenabile nell’uomo. Ne è stato per me esempio lampante la signora che ha visitato con me la mostra dall’omonimo nome, allestita alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino, dal 12 febbraio al 12 aprile 2015: si è avvicinata con molta riluttanza alla sala d’ingresso, è fuggita impaurita, ma poi, inesorabilmente, ci è tornata, attratta dalle proiezioni artistiche della paura dei tanti artisti in mostra (tutti selezionati dalla vasta collezione della Fondazione). Continua a leggere

Natale, curiosità e tradizioni dal mondo

 

Natale nel mondo

Natale nel mondo (apri l’immagine in un’altra scheda per vederla ottimizzata)

Natale anche quest’anno è alle porte. Probabilmente molti oggi sono alle prese con addobbi e presepe. Ti sei mai chiesto da dove derivano le nostre tradizioni legate al Natale? Lo sai, ad esempio, che l’origine dell’albero di Natale è legata ad antiche leggende pagane? Nei culti pagani dell’Europa del Nord l’abete veniva infatti venerato come simbolo di lunga vita. L’usanza di esporlo in casa partì dalla Germania e solo successivamente si diffuse in tutta Europa. Entrò nelle case italiane solo alla fine del XIX secolo, quando la moglie di Umberto I decise di allestirlo nel Quirinale.

Anche la tradizione del presepe ha origini antichissime. Risale, infatti, ai tempi dell’antica Roma, e, più precisamente, al culto dei Lari, gli antenati delle famiglie che venivano rappresentati con delle piccole statue. Il 20 dicembre, a pochi giorni dal Natale, le statue venivano disposte su un piccolo altare presso il quale le famiglie si riunivano per pregare.

Ti sei mai chiesto, poi, come viene festeggiato il Natale negli altri paesi del mondo?

Scrissi già un articolo sul tema l’anno scorso. Quest’anno ho la fortuna di approfondire ulteriormente il discorso (e di addentrarmi ancora di più nello spirito del Natale – come se ne avessi bisogno!) grazie agli amici di CupoNation, che mi hanno mandato questa simpatica infografica.

Non so a te, ma a me l’idea di essere rincorsa da un Knecht Rupprecht perchè non so le preghiere mi inquieta parecchio. Menomale che sono nata in Italia!

Una storia tra le mani, mercatino di artigianato artistico a Torino

Una storia tra le mani

“Una storia tra le mani” lo spazio nomade che ogni anno con l’avvicinarsi del Natale si apre nel cuore della città di Torino, torna a partire dal 06 dicembre in Via Carlo Alberto, tra la piazza e il palazzo della Provincia.

“Una storia tra le mani” è un mercatino di artigianato artistico con una caratteristica speciale: si tratta, infatti, di un vero e proprio laboratorio a cielo aperto, dove si può assistere alla realizzazione dei vari oggetti in ceramica, vetro soffiato o lavorato al lume, carta, metallo, tessuto, pelle, legno, poi messi in vendita.

È una storia del saper fare raccontata dalle mani, narrata dalla materia prima e condivisa per poterla comprendere ed apprezzare in pieno.

Ti consiglio di farci un salto perché potrai trovare ottimi spunti per i tuoi regali di Natale. Avrai l’imbarazzo della scelta tra abiti ed oggetti per arredamento per la casa, tutti rigorosamente realizzati a mano da artigiani che, con la loro passione e con le loro dimostrazioni dal vivo, animeranno le giornate di festa sino all’Epifania, ricostruendo un percorso di cultura artigianale da scoprire e condividere.

Aperto dalle 9.00 alle 19.30, è una nuova idea per trovare il “saper fare” nel centro storico di Torino.

Segui le novità sulla Fanpage di Una storia tra le mani!

Salone del Gusto e Terra Madre: un viaggio nei sapori del mondo

Salone del Gusto e Terra Madre: il nostro petrolio è l'agroalimentare

Salone del Gusto e Terra Madre: il nostro petrolio è l’agroalimentare

Il Salone del Gusto e Terra Madre mi ha consentito di viaggiare senza muovermi da  casa, attraversando in lungo e in largo l’Italia e i suoi sapori ma anche conoscendo le tradizioni alimentari di terre molto più lontane.

Il Salone del Gusto e Terra Madre è stata l’occasione per ritrovare vecchie conoscenze, come la Sig.ra Cannarozzi, cultrice delle fave di Carpino, presidio slow food, inserite persino nell’alimentazione spaziale di Samantha Cristoforetti, la prima astronauta donna italiana.

Al Salone del Gusto e Terra Madre ho anche ascoltato con piacere la storia dei buonissimi biscotti di Battifollo, un delizioso paesino vicino a Ceva (CN), prodotti da oltre 50 anni con amore dalla famiglia Biga. Continua a leggere