Invadiamo i rifugi antiarei di Villar Perosa!

Villar Perosa, sonnacchioso paese della bassa Val Chisone, alle porte di Torino, è il classico esempio di quante sorprese possa riservare un pezzo di mondo a due passi da casa.

DSCF4180

Villar Perosa, case del villaggio operaio Giovanni Agnelli.

Qui si trova uno dei meglio conservati esempi di villaggio operaio, edificato a partire dai primi anni del secolo scorso dal Senatore Agnelli (il papà dell’Avvocato, per intenderci) che proprio a Villar Perosa con il socio Roberto Incerti fondò nel 1905 la RIV, ovvero la Roberto Incerti & C. Villar Perosa, oggi incorporata nell’azienda metalmeccanica svedese SKF.

In contemporanea alla costruzione dello stabilimento venne edificato il primo nucleo di abitazioni riservate agli operai, le case operaie a “casermone” ovvero a pianta rettangolare, con ballatoio e latrine esterne, orto privato e lavatoio comune (oggi purtroppo distrutte) e le case operaie del villaggio “Giovanni Agnelli”, a pianta quadrata con 2 piani fuori terra, bifamigliari o a quattro alloggi. Continua a leggere

Rotterdam, che cosa vedere in un giorno

Rotterdam, Stazione Centrale

Rotterdam, Stazione Centrale

Rotterdam, comodamente raggiungibile da Amsterdam in circa 40 minuti di treno, è una città sorprendente: multietnica (ci convivono ben 176 nazionalità diverse, fatto che di per sé ne spiega l’atmosfera aperta e cosmopolita) ed innovativa, vanta il più grande e importante porto d’Europa e uno skyline mozzafiato, che le è valso meritatamente il titolo di New York europea.

L’itinerario di circa 10 km (percorribili a piedi o in bicicletta) promosso dall’Ente del Turismo permette di scoprirne in giornata i principali punti di interesse. Eccone alcuni:

Rotterdam: Stazione Centrale, Deltse Poort e Groot Handelsgebouw

Punto di partenza ideale dell’itinerario turistico è la nuova stazione centrale di Rotterdam (aperta al pubblico nella primavera del 2014) che presenta due ingressi contrapposti: verso sud, in direzione del centro della città, l’ingresso, su cui sono stati posizionati l’ orologio e la scritta originale della vecchia stazione, è “incorniciato” da una struttura in legno e acciaio slanciata e asimmetrica che allude all’idea del viaggio; verso nord la facciata, completamente a vetri, richiama l’architettura del Novecento che caratterizza l’antistante quartiere Provenierswiijk. In asse fra loro, i due ingressi costituiscono gli estremi del percorso lineare della hall, che rievoca ancora il concetto viaggio: dalla città del Novecento a quella del XXI secolo.

Uscendo dall’ingresso sud della stazione, fermati ad ammirare a sinistra uno dei simboli di Rotterdam: il Deltse Poort, uno dei complessi più alti dei Paesi Bassi, che presenta due avveniristiche torri con facciate a specchio, alte 93 e 151 metri. A destra troverai invece il Groot Handelsgebouw, tipico esempio della ricostruzione pressoché totale che contribuì poco dopo la fine della Seconda Guerra a cambiare radicalmente l’immagine di Rotterdam. Realizzato nel 1953 per ospitare gli imprenditori che avevano perso i propri uffici sotto le bombe, è ancora oggi il più grande edificio commerciale dei Paesi Bassi. Sali sul tetto dell’edificio e goditi una magnifica vista sulla città dal terrazzo del Grand Cafè Engels. Continua a leggere

Lincoln, sulle tracce di Billy The Kid

Lincoln, tipica abitazione adobe lungo la Lincoln State Monument

Lincoln, tipica abitazione adobe lungo la Lincoln State Monument

Lincoln nel New Mexico sud orientale è una tappa obbligata per gli appassionati della storia del Far West perché teatro della sparatoria e della rocambolesca fuga che resero nell’aprile del 1881 Billy The Kid una leggenda.

L’intera cittadina sembra essere rimasta ferma a quei tempi, avendo mantenuto intatta negli anni l’atmosfera di avamposto di frontiera con un’unica via, oggi la Lincoln State Monument, sulla quale si affacciano, intervallate da deliziose abitazioni private nel tipico stile adobe del south-west americano, gli edifici storici della città. Continua a leggere

Rhyolite, città fantasma del Nevada

Rhyolite, città fantasma del Nevada - una delle prime abitazioni dei minatori

Rhyolite, città fantasma del Nevada – una delle prime abitazioni dei minatori

Le città fantasma fanno senza dubbio parte dell’immaginario collettivo sul far west americano. Certo, di città fantasma se ne trovano in ogni angolo del mondo, ma pochi paesi ne possono vantare quante gli USA, che ne contano oltre 800, complice il periodo della corsa all’oro del XIX secolo che comportò una drastica riorganizzazione dei piani di insediamento dei coloni negli USA e la nascita di nuovi agglomerati, spesso destinati ad una morte tanto veloce quanto la loro nascita, in aree in precedenza scarsamente insediate, prime tra tutte la California e il Nevada.

Rhyolite si trova nella Contea di Nye, in Nevada a circa 4 chilometri a ovest della città di Beatty, vicino al bordo orientale della Valle della Morte, lungo la strada verso Las Vegas. A differenza di molte città fantasma oggi restaurate e trasformate in vere e proprie attrazioni turistiche (con tanto di possibilità di vitto e alloggio), mantiene totalmente intatto il fascino del villaggio abbandonato, garantendo a chi la visita la sensazione che il tempo si sia fermato nel preciso istante in cui venne lasciata dal suo ultimo abitante. Continua a leggere