Brighton in un giorno

Brighton – West Pier

Brighton, cittadina situata sulla costa meridionale dell’Inghilterra quasi sul Canale della Manica, è da sempre una delle destinazioni più popolari tra chi che desidera studiare l’inglese all’estero, ma può essere molto interessante anche per chi vuole conoscere meglio le tradizioni britanniche, qui declinate in chiave moderna.

A Brighton potrai infatti gustare un the in una classica tea room ma anche scatenarti fino a notte fonda al ritmo nei numerosi locali del lungomare vittoriano, magari dopo aver mangiato un delizioso fish&chips o aver fatto un picnic nel parco del Royal Pavillion.

Di seguito troverai un itinerario per scoprire alcune delle bellezze di Brighton in una giornata. Continua a leggere

Londra, i miei luoghi del cuore

Londra, i miei luoghi del cuore: Piccadilly Circus

Londra, i miei luoghi del cuore sono tutti indissolubilmente legati alla capitale inglese. Parenti, amici e conoscenti sanno che è l’unica città al mondo in cui mi sento spesso meglio che a casa, forse perché, come me, è in perenne evoluzione, sempre pronta a cambiare radicalmente e a stupire tutti.

Ancora una volta ho accettato con entusiasmo l’invito di Agnieszka di Combinando ad un nuovo viaggio virtuale, stavolta finalizzato a svelare il nostro luogo del cuore e ho pensato di proporre un itinerario per chi vuole scoprire o riscoprire Londra. Che dici, parti con me?

Londra, i miei luoghi del cuore: Westminster Borough

Inizia da Piccadilly Circus, la famosa piazza circolare luogo di ritrovo per eccellenza per i londinesi da quasi due secoli, che deve il suo nome ad un sarto del XVII secolo di nome Robert Baker, inventore del colletto rigido “Picadil”.

“That circus represent life, that circus is the beginning and the ending of the world” scriveva Samuel Selvon in The Lonely Londoners e per me mai parole furono più vere. Le gigantesche insegne luminose, da pochi mesi spente dopo oltre 50 anni di continua attività per ristrutturazione, e la celebre Shaftesbury Memorial Fountain, meglio conosciuta come Eros, per quanto in realtà rappresenti l’Angelo della Carità Cristiana, hanno su di me un fascino magnetico sin da quando sono bambina.

Se il concitato traffico del cuore di Westminster è troppo per te, fai una pausa al 181 di Piccadilly da Fortrum&Mason. Fondato nel 1707, Fortnum Mason è un negozio meraviglioso e originale specializzato in prodotti alimentari di qualità, cesti, un’infinita varietà di tè e vini.

A due passi da Piccadilly puoi fare un tuffo nella cultura alla National Gallery, una delle gallerie d’arte più belle al mondo. Nelle sue leganti sale potrai ammirare opere eccezionali, tra cui capolavori di Botticelli, Tiziano, Raffaello, Michelangelo, Caravaggio, Rembrandt, Cezanne, Van Gogh e molti altri ancora. Continua a leggere

Sofia, perchè visitarla? Quattro buoni motivi

Sofia, Aleksandar Nevski

Sofia, capitale della Bulgaria, non rientra tra le classiche mete turistiche dell’Est Europa, come ad esempio Budapest né certamente gode della fama della vicina Istanbul, da cui dista meno di 600 km. Perché mai quindi visitarla?

Perché Sofia è una capitale dal “sapore” ancora autentico, una città affascinante, capace di sedurre con il forte contrasto tra la sua connotazione di capitale dell’Europa dell’Est e l’inevitabile globalizzazione cui inizia ad essere soggetta.

Non ti ho ancora convinto? Ecco alcuni buoni motivi per trascorrere un week-end a Sofia. Continua a leggere

Tate Modern (Londra), guida alla visita

Tate Modern – terzo piano

La Tate Modern, tra i musei d’arte moderna e contemporanea più importanti e famosi al mondo, ha recentemente raddoppiato la sua collezione con una nuova ed enorme ala a forma piramidale, la Switch House, progettata dagli architetti Herzog & de Meuron, gli stessi che nel 2000 ne idearono la conversione a museo dalla Bankside Power Station, una centrale elettrica sul Tamigi creata al termine della Seconda Guerra Mondiale da Sir Giles Gilbert Scott, ovvero colui che costruì la Battersea Power Station, resa celebre da un album dei Pink Floyd.
La collezione riallestita, che permette di esporre il 60% di opere in più rispetto alla precedente, si compone ora di 800 opere di 300 artisti provenienti da 50 Paesi. I capolavori (tra gli altri) di Matisse e Picasso sono affiancati infatti da giugno dell’anno scorso da acquisizioni più recenti provenienti da tutto il mondo: dalle fotografie degli anni Trenta di Lione Wendt dallo Sri Lanka all’arazzo composto da migliaia di tappi di bottiglie dell’artista ganese El Anatsui, dalle sculture degli anni Sessanta del libanese Saloua Raouda Choucair all’installazione del tailandese Apichatpong Weerasethakul.

Continua a leggere