Invadiamo i rifugi antiarei di Villar Perosa!

Villar Perosa, sonnacchioso paese della bassa Val Chisone, alle porte di Torino, è il classico esempio di quante sorprese possa riservare un pezzo di mondo a due passi da casa.

DSCF4180

Villar Perosa, case del villaggio operaio Giovanni Agnelli.

Qui si trova uno dei meglio conservati esempi di villaggio operaio, edificato a partire dai primi anni del secolo scorso dal Senatore Agnelli (il papà dell’Avvocato, per intenderci) che proprio a Villar Perosa con il socio Roberto Incerti fondò nel 1905 la RIV, ovvero la Roberto Incerti & C. Villar Perosa, oggi incorporata nell’azienda metalmeccanica svedese SKF.

In contemporanea alla costruzione dello stabilimento venne edificato il primo nucleo di abitazioni riservate agli operai, le case operaie a “casermone” ovvero a pianta rettangolare, con ballatoio e latrine esterne, orto privato e lavatoio comune (oggi purtroppo distrutte) e le case operaie del villaggio “Giovanni Agnelli”, a pianta quadrata con 2 piani fuori terra, bifamigliari o a quattro alloggi. Continua a leggere

Il villaggio Leumann tra passato e presente

Villaggio Leumann: sfido chiunque abbia percorso Corso Francia a Torino a non chiedersi quale sia la storia che si cela dietro le curiose abitazioni di questo quartiere operaio edificato a Collegno, nella prima cintura di Torino. Scoprilo con me, attraverso il racconto fotografico di una giornata in compagnia della Associazione Amici del villaggio Leumann.

Continua a leggere

Invasioni Digitali 2015

Le Invasioni Digitali sono un progetto nato nel 2013 da un’idea di Fabrizio Todisco che si propone di sensibilizzare le istituzioni all’utilizzo del web e di diffondere la cultura attraverso i nuovi media.

E’ un’iniziativa di promozione della cultura italiana che capovolge le regole del gioco, dando la possibilità a chiunque interessato di diventare parte attiva nella valorizzazione del proprio territorio attraverso l’utilizzo dei social media.

Durante le visite organizzate nel periodo delle Invasioni Digitali, che quest’anno saranno dal 24 aprile al 3 maggio, è infatti possibile raccontare in diretta la propria esperienza culturale, attraverso la pubblicazione di foto e pensieri su Facebook, Twitter, Instagram e Pinterest utilizzando l’hastag #invasionidigitali e gli altri hashtag che identificano l’invasione, creati appositamente dagli organizzatori, rendendo chiunque vi partecipi promotore attivo di una cultura aperta e diffusa. Continua a leggere

Che cosa mi hanno regalato le #invasionidigitali

Tanto, tantissimo e non è banale retorica.
In primo luogo, la gratificazione di poter fare da “guida” nella mia splendida città.
Poi tante nuove amicizie, la soddisfazione negli occhi dei “miei” invasori, il loro entusiasmo, l’orgoglio di Cristian, mio marito. Un grazie speciale a tutti quelli che hanno partecipato, regalandomi il sole in una giornata che di sole proprio non ne voleva sapere.

Qui un breve video della nostra invasione del centro storico di Torino.