Natale a tavola nel mondo

Natale a tavola

Natale a tavola: Finetodesign ci dà un’ottimo suggerimento per impreziosire le nostre tavole!

Natale, immancabile parlare oltre che di tradizioni anche di cibo. Ti sei mai chiesto, ad esempio, che si mangia a Natale nella Repubblica Ceca, in Portogallo, nell’Europa dell’Est o, se opterai per un viaggio oltreoceano, nella sperdutissima Alaska e in Giappone?

Se festeggerai il Natale a Praga potresti provare il “beigli”, un particolare pane decorato con semi di papavero o le minestre di funghi, aringa e carpa tipiche della Repubblica Ceca.

Se visiterai Lisbona sappi che è immancabile sulla tavola dei portoghesi il merluzzo, a Natale servito, secondo tradizione, con patate bollite e cavolfiore.

Se a Natale sarai nell’Europa dell’Est, chiedi di assaggiare la “sarmale“, la pietanza principale delle festività natalizie che si trova in buona parte dei Paesi dell’Europa dell’Est, dalla Romania ai Paesi dei Balcani, fino alle pendici del Caucaso e all’Uzbekistan. Il nome del piatto potrebbe variare a seconda del paese che visiterai, come variano le spezie e le verdure che lo condiscono, ma la base della sarmale è sempre la stessa: foglie di verza e carne di maiale.

Se sarai così coraggioso (o forse pazzo?) da inoltrarti sino alle lande desolate dell’Alaska per Natale, sappi che è usanza mangiare frittelle con sciroppo d’acero, dai locali chiamati “cookies”, e la “piruk”, ovvero una torta di… pesce! (del resto, si sa, per vivere laggiù ci vuole pelo sullo stomaco).

Se opterai per il Sol Levante, sappi che in Giappone una minima parte della popolazione è cristiana. L’unico cibo caratteristico del Natale è una torta di pan di spagna con fragola, panna montata e decorazioni natalizie, detta, appunto, Japanese Christmas cake.

Curioso di scoprire altri cibi tipici del Natale nel mondo? Guarda la simpatica info grafica che gli amici di HomeAway hanno creato per un giro del mondo a tavola!

Natale, curiosità e tradizioni dal mondo

 

Natale nel mondo

Natale nel mondo (apri l’immagine in un’altra scheda per vederla ottimizzata)

Natale anche quest’anno è alle porte. Probabilmente molti oggi sono alle prese con addobbi e presepe. Ti sei mai chiesto da dove derivano le nostre tradizioni legate al Natale? Lo sai, ad esempio, che l’origine dell’albero di Natale è legata ad antiche leggende pagane? Nei culti pagani dell’Europa del Nord l’abete veniva infatti venerato come simbolo di lunga vita. L’usanza di esporlo in casa partì dalla Germania e solo successivamente si diffuse in tutta Europa. Entrò nelle case italiane solo alla fine del XIX secolo, quando la moglie di Umberto I decise di allestirlo nel Quirinale.

Anche la tradizione del presepe ha origini antichissime. Risale, infatti, ai tempi dell’antica Roma, e, più precisamente, al culto dei Lari, gli antenati delle famiglie che venivano rappresentati con delle piccole statue. Il 20 dicembre, a pochi giorni dal Natale, le statue venivano disposte su un piccolo altare presso il quale le famiglie si riunivano per pregare.

Ti sei mai chiesto, poi, come viene festeggiato il Natale negli altri paesi del mondo?

Scrissi già un articolo sul tema l’anno scorso. Quest’anno ho la fortuna di approfondire ulteriormente il discorso (e di addentrarmi ancora di più nello spirito del Natale – come se ne avessi bisogno!) grazie agli amici di CupoNation, che mi hanno mandato questa simpatica infografica.

Non so a te, ma a me l’idea di essere rincorsa da un Knecht Rupprecht perchè non so le preghiere mi inquieta parecchio. Menomale che sono nata in Italia!

Una storia tra le mani, mercatino di artigianato artistico a Torino

Una storia tra le mani

“Una storia tra le mani” lo spazio nomade che ogni anno con l’avvicinarsi del Natale si apre nel cuore della città di Torino, torna a partire dal 06 dicembre in Via Carlo Alberto, tra la piazza e il palazzo della Provincia.

“Una storia tra le mani” è un mercatino di artigianato artistico con una caratteristica speciale: si tratta, infatti, di un vero e proprio laboratorio a cielo aperto, dove si può assistere alla realizzazione dei vari oggetti in ceramica, vetro soffiato o lavorato al lume, carta, metallo, tessuto, pelle, legno, poi messi in vendita.

È una storia del saper fare raccontata dalle mani, narrata dalla materia prima e condivisa per poterla comprendere ed apprezzare in pieno.

Ti consiglio di farci un salto perché potrai trovare ottimi spunti per i tuoi regali di Natale. Avrai l’imbarazzo della scelta tra abiti ed oggetti per arredamento per la casa, tutti rigorosamente realizzati a mano da artigiani che, con la loro passione e con le loro dimostrazioni dal vivo, animeranno le giornate di festa sino all’Epifania, ricostruendo un percorso di cultura artigianale da scoprire e condividere.

Aperto dalle 9.00 alle 19.30, è una nuova idea per trovare il “saper fare” nel centro storico di Torino.

Segui le novità sulla Fanpage di Una storia tra le mani!

Natale, 5 curiosità sulla festa più attesa dell’anno

Lasciati avvolgere dall’atmosfera di festa di questi giorni e tra l’addobbo dell’albero, il presepe e gli ultimi regali, gioca con me a scoprire quanto ne sai sulle tradizioni legate alla festa più attesa dell’anno.

Natale nel mondo, Dublino. Foto di <a href="http://www.flickr.com/photos/sebastiandooris/" target="_blank">Sebastian Dooris</a>, licenza Creative Commons

Natale a Dublino. Foto di Sebastian Dooris, licenza Creative Commons

Da dove arriva la tradizione dell’albero?

a)    Dalla Germania

b)    Dalla Gran Bretagna

Di quale paese sono originarie le stelle di Natale?

a)  Norvegia

b)  Messico

Quando si usa scambiarsi i regali in Messico?

a)    25 dicembre

b)    06 gennaio

In Repubblica Ceca un rito propiziatorio vuole che il 25 dicembre le donne non sposate lancino…

a)    Una scarpa

b)    Un indumento

In Finlandia il corrispondente di Babbo Natale è Joulopukki, che tradotto in italiano significa…

a)   Spirito del Natale

b)    Capra di Natale

 

Per scoprire i risultati del test e per saperne di più su queste 5 curiosità sul Natale clicca qui:

  • /
Update Required
To play the media you will need to either update your browser to a recent version or update your Flash plugin.