Ginevra, che cosa vedere nel centro storico

Ginevra, conosciuta anche come “la città della pace” in quanto ospita la sede europea dell’ONU, la sede principale della Croce rossa e ben 153 organizzazioni non governative, è senza dubbio la città più internazionale della Svizzera. L’influsso multiculturale è infatti percepibile ovunque, sia semplicemente facendo shopping nel delizioso centro storico sia passeggiando lungo il suo elegante lungo lago.

A me è bastata una giornata per essere conquistata da Ginevra. Ho amato i suoi monumenti che ricordano come qui nacque la Riforma Calvinista, come l’imponente cattedrale di Saint Pierre, i suoi parchi, come l’elegante giardino inglese con l’Horloge Fleuri, l’orologio di fiori simbolo dell’industria orologiera ginevrina, e il Jet d’Eau, la fontana simbolo indiscusso della città di Ginevra che proietta il suo spruzzo d’acqua fino a un’altezza di 140 metri e ad una velocità di 200 km/h., il suo pittoresco centro storico (Vieille-Ville), sulla riva sinistra del lago, e un museo particolare, la Maison Tavel. Continua a leggere

Domus Aurea, un tuffo nella Roma di Nerone

Domus Aurea - interni - foto di Sara Goldsmith (licenza crative commons)

Domus Aurea – interni – foto di Sara Goldsmith (licenza crative commons)

la Domus Aurea abbracciava tutta Roma

così racconta Plinio nella sua Storia Naturale.

In effetti la grandezza della casa di Nerone lascia allibiti ancora ai giorni nostri: la parte tutt’oggi visitabile della Domus Aurea, ai piedi del colle Oppio, a due passi dal Colosseo, è composta da 150 stanze per una lunghezza totale di circa 250 metri e una profondità che varia da un minimo di 30 ad un massimo di 60 metri.

L’estensione totale della Domus Aurea nel primo secolo d.c., prima che fosse sepolta da Traiano, che trasformò l’edificio in un enorme cumulo di terra e macerie, rinforzato con grandi muri atti a sostenere il peso del complesso delle terme (da lui voluto sulla sommità del colle), era di circa 16.000 metri quadrati, ovvero l’equivalente di tre campi da calcio, mentre la decorazione di affreschi e stucchi che ne decoravano pareti e volte, di circa 30.000 metri quadrati d’estensione, corrisponde ad una superficie totale trenta volte più grande della Cappella Sistina.

La visita alla Domus Aurea consente di ammirare alcune delle sale del quartiere occidentale e del quartiere orientale del mastodontico edificio, assolutamente differenti sia per architettura sia le decorazioni delle pareti e delle volte. Continua a leggere

Malta: mare, storia e tradizioni secolari

Foto di <a href="https://www.flickr.com/photos/cabanillas2012/" target="_blank">Juan Cabanillas</a>, licenza Creative Commons

Malta, La Valletta – Foto di Juan Cabanillas, licenza Creative Commons

Malta è l’isola perfetta per godersi mare, storia e tradizioni secolari tutto l’anno: gode, infatti, di un clima molto temperato sia in estate, normalmente calda, secca e soleggiata, sia in inverno, tanto che è possibile godersi il mare sino a fine ottobre.

Malta, il cui nome ufficiale è Repubblica di Malta (in maltese Repubblika ta’ Malta) pur essendo uno degli stati più piccoli e densamente popolati al mondo (ben 1 307 abitanti per km²), vanta 3 siti dichiarati dall’UNESCO patrimonio dell’umanità: la città de La Valletta, che tra le altre meraviglie conserva l’unico Caravaggio con firma, “La decollazione di S.Giovanni Battista”, l’Ipogeo di Hal Saflieni, necropoli risalente alla preistoria, e il tempio megalitico di Menaidra, il più antico esempio di edificio costruito a secco, antecedente persino  a Stonehenge e alle piramidi. Continua a leggere

5 buoni motivi per visitare Saluzzo

Perchè Saluzzo è storia

Saluzzo, centro storico

Saluzzo, centro storico – Foto di DigitaSaluzzo

Il centro storico di Saluzzo vale di per sé una visita alla città. Si tratta, infatti, di un vero e proprio museo a cielo aperto, essendo pressoché intatto dall’anno Mille. Ad accoglierti troverai un suggestivo susseguirsi di scalinate e viuzze, percorrendo le quali potrai ammirare eleganti palazzi della nobiltà dell’epoca che ancora presentano affreschi e decorazioni in cotto. In Piazza Castello, dominata dalla Castiglia, per quattro secoli residenza dei Marchesi di Saluzzo e adibita a carcere dal 1825 sino al 1992, potrai, poi visitare il Museo della Civiltà Cavalleresca e uno straordinario Museo della Memoria Carceraria.

Saluzzo, Museo della memoria carceraria

Saluzzo, Museo della memoria carceraria

Continua a leggere