Viaggio in moto nell’Europa dell’Est

Viaggio in moto: l'arrivo di Laura in Polonia

Viaggio in moto: l’arrivo di Laura in Polonia

Un viaggio in moto implica rifare costantemente l’itinerario, perché non sai mai che cosa ti aspetta l’indomani. La stessa preparazione delle tappe è molto laboriosa e implica fatica mentale e fisica. Nessuno ti racconta mai dei dolori alle gambe e al sedere, già dopo 300 km o dei colpi di sonno dopo mangiato.

Queste le parole che possono sintetizzare il vissuto di Laura e Davide, due amici appena tornati da un viaggio in moto di circa 3.000 km tra Austria, Germania e Polonia.

Viaggio in moto: Cracovia

Viaggio in moto: Cracovia

L’idea originaria era quella di percorrere la Romantische Strasse, definita da Focus “la più famosa attrazione turistica della Germania”, per poi proseguire verso Vienna, Bratislava e raggiungere la Polonia per partecipare al motoraduno organizzato per il ventennale degli Steel Roses MC Poland a Regietòw-Zdynia nella provincia di Uscie Gorlickiema ma le condizioni meteo proibitive spesso trovate hanno rivoluzionato le carte in tavola. Del resto, come mi dice Laura, un viaggio in moto “non è fatto per dove arrivare ma solo per andare”.

Viaggiare attraverso le campagne di Slovacchia e Polonia, continua Laura, mi ha mostrato una terra amata con passione, mentre in Svizzera, Austria e Germania tutto è rigore e disciplina. Ci siamo giocati Vienna e l’Austria perché pioveva a dirotto e abbiamo tirato dritto per Bratislava. Continua a leggere