Forte di Bard. Foto di <a href="http://www.flickr.com/photos/sgirolimetto/" target="_blank">Stefano Girolimetto </a>, licenza Creative Commons

Forte di Bard. Foto di Stefano Girolimetto , licenza Creative Commons

Il forte di Bard è nei miei ricordi di bambina quell’enorme castello abbarbicato su una ripida rocca lungo la stretta gola, da sempre passaggio obbligato per entrare in Valle d’Aosta, che mi lasciava senza fiato per l’imponenza della struttura, ben visibile anche dall’autostrada che collega Torino e Aosta.

borgo_bard

Forte di Bard – il borgo medioevale

Oggetto di una ventennale opera di recupero, che ha coinvolto anche l’annesso borgo,  oggi il forte di Bard è una struttura che fonde al proprio interno percorsi museali permanenti e spazi adibiti a prestigiose mostre temporanee.

ascensore_forte_bard

Forte di Bard – ascensore panoramico

La sommità del forte di Bard è raggiungibile grazie ad avveniristici ascensori panoramici che dal borgo consentono l’accesso alla biglietteria e alle aree attualmente visitabili, godendo di un panorama mozzafiato sulla valle sottostante. Terminata la visita, consiglio la discesa a valle lungo la strada interna che, con stretti tornanti sorretti da possenti muraglioni, costeggia il pendio rivolto a nord e regala una splendida vista sulle montagne circostanti.

Il suggestivo percorso museale permanente ricavato all’interno delle antiche prigioni, collocate nel nucleo centrale della fortezza, l’Opera Carlo Alberto, illustra attraverso filmati, documenti e ricostruzioni in 3d la storia del forte di Bard e dei personaggi storici con cui il forte incrociò il suo destino, in primo luogo Napoleone, autore nel 1800 del disastroso assedio, e il Conte Camillo Benso di Cavour,  incaricato nel 1831 di sovraintenderne la ricostruzione.

mostra_magnum

Forte di Bard – mostra temporanea Magnum Contact Sheets

Da segnalare negli spazi espositivi dedicati alle mostre temporanee, ricavati all’interno delle antiche cannoniere, Magnum Contact Sheets, la prima collettiva itinerante di fotografi della prestigiosa agenzia fotografica Magnum Photos in anteprima mondiale al Forte di Bard sino al 10 novembre 2013. Un lungo viaggio nella storia della fotografia attraverso scatti indimenticabili come lo sbarco in Normandia di Robert Capa, il 1968 a Parigi di Bruno Barbey, la guerra del Vietnam di Philip Jones Griffiths e l’11 settembre di Thomas Hoepker, che grazie alla presenza dei provini a contatto e di note degli autori, si propone di trasmettere al visitatore la sensazione che visse il fotografo nel momento in cui vide il proprio lavoro per la prima volta e di far comprendere come avviene il processo di selezione dell’immagine.